Università della vita: Prima o Seconda Laurea

esperienza-funari-300x300Trovo che tra Quoziente Intellettivo QI e Quoziente Emotivo  QE vi sia lo stesso rapporto  che tra  Bagaglio dei Titoli   e Bagaglio delle  Esperienze .
Il Quoziente Intellettivo  consiste in una valutazione numerica della nostra intelligenza  in termini di prestazioni .
Il Quoziente Emotivo o Intelligenza Emotiva, “determina la nostra potenzialità di apprendere le capacità  pratiche basate sui suoi cinque elementi: consapevolezza e padronanza di sé, motivazione, empatia, e abilità nelle relazioni interpersonali”.
Il QI è la potenza del cervello, come dire, ricorrendo ad  paragone motociclistico, ai cavalli del motore.
Sufficiente a vincere titoli?  Chiedetelo a chi cercava di tenere in pista le Ducati …
Il QE è la capacità di gestire quella potenza.
Aspetti negativi: il QI è una dotazione “di fabbrica” non ci si può fare niente, sul QE ci si deve lavorare da soli e tanto.
Aspetti positivi: con il QI puoi vincere la gara a chi ricorda più parole, con il QE rischi di vivere una vita appagante.
Nella vita di tutti i giorni aiuta di più il QI o il QE?
Mio nonno Pinpin, mio stesso taglio di capelli, avrebbe sintetizzato l’opera di Daniel Goleman – Intelligenza Emotiva, del 1996 –  con la frase :- Và ciù u sensu che u servellu, conta di più avere buon senso che una grande intelligenza.
Ma non voglio parlare di QI e QE quanto del rapporto similare che riscontro con il binomio  Bagaglio  Titolorum  BT e Bagaglio Esperienziale  BE.
Cosa intendo per BT, Bagaglio Titolorum ?
Intendo il conseguimento di titoli di studio vari ed assortiti, diplomi, lauree, esami di stato, abilitazioni, patentini e licenze di pesca. Oggi se ne parla a proposito delle difficoltà dei giovani – e non –  a trovare un lavoro.  – E’ laureato e non trova lavoro!! … oppure  guadagna meno che se facesse il…  Non è possibile che un Paese come il nostro, non abbia bisogno di così tante risorse… e via di seguito.
Cosa intendo per Bagaglio Esperienziale BE. Intendo il cammino lungo la strada della vita: con partenza a caso, magari neanche nell’ambito dove avresti voluto. E’ la fatica con la quale hai RUBATO il mestiere perché nessuno te lo avrebbe mai insegnato. E’ la rabbia con la quale ti sei scontrato . E’ la paura che hai provato ogni volta che non ti sei sentito all’altezza.  E’ la gioia di quando sei stato scelto. E’ la forza che hai iniziato a sentire da quando hai trovato la soluzione a quel casino. E’ l’energia che ti permette di guardarti intorno. Di essere consapevole di cosa vuoi e cosa puoi. E’ quel vigore che ti trova sempre a Pensare per poi Fare.
Ognuno di questi passi, sono una curva del percorso. E curva dopo curva ti rendi conto che, come un motociclista, le curve non sono un problema, magari non le cerchi ma se arrivano adesso ti fai pure delle belle pieghe…
Il BT si può avere, il BE bisogna sudarselo.
Ecco, adesso metto vicino i due concetti:  mi sembra di sentire mio nonno…
Da sempre siamo cresciuti con il mito della laurea, soprattutto con l’idea che fosse un titolo di studio , quindi il BT, a doverci formare e garantire un futuro. Oggi la realtà dimostra che non è così.  Sono le esperienze che ci fanno cambiare e quindi crescere. I titoli caso mai, potranno essere degli attrezzi formidabili che ci aiuteranno a  gestire le evenienze, questo sì. Ma non sono una garanzia per il nostro futuro.
Ecco, credo che ognuno di noi debba pensare ad organizzarsi un Programma di Studio per le Esperienze così come a suo tempo aveva scelto il programma di studi per la mitica Laurea.
Aspetti negativi: questo Corso di Studi finisce MAI.
Aspetti positivi : in questo Corso di Studi si può iniziare SEMPRE.

Paolo Nestico

Paolo Nestico

Ciao sono Paolo Nestico mi occupo di consulenza alle aziende. Formazione e interazione sono la ricetta per far ripartire il nostro Paese.
Paolo Nestico
Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*